Tullio Avoledo

TULLIO AVOLEDO, classe 1957, è uno scrittore italiano che lavora nell’ufficio legale di una banca di Pordenone, è sposato ed ha due figli.
Laureatosi in giurisprudenza, dopo aver fatto diversi mestieri, fra cui il copywriter e il giornalista, dal 2003 la sua penna non si è più fermata. Incredibilmente prolifico, ha conquistato sempre più lettori con la sua sfrenata fantasia, un’ironia misurata, una nera comicità, ma soprattutto con l’entusiasmo e la passione per progetti editoriali e sfide sempre nuove.
Con il suo romanzo d’esordio, L’elenco telefonico di Atlantide (gennaio 2003) pubblicato da Sironi, ha ottenuto un lusinghiero successo di critica e di pubblico e vinto il premio «Forte Village Montblanc – scrittore emergente dell’anno».

Nel novembre 2003 viene pubblicato il suo secondo titolo, Mare di Bering (Sironi) e nel 2005 i due romanzi Lo stato dell’unione (Sironi) e Tre sono le cose misteriose (Einaudi), Premio Super Grinzane Cavour 2006 e finalista, nello stesso anno, al Premio Stresa. Nel marzo del 2007 è stato pubblicato il suo quinto romanzo: Breve storia di lunghi tradimenti (Einaudi), Premio Letterario Castiglioncello-Costa degli Etruschi e Premio “Latisana per il Nord-Est”. Alcuni suoi racconti appaiono in antologie pubblicate da Guanda e da Mondadori. Per Guanda, ne “I delitti in provincia”, a cura di Marco Vichi, appare il racconto “La traccia del serpente sulla roccia”.

Il suo sesto romanzo, La ragazza di Vajont, è uscito per Einaudi nel giugno del 2008. A settembre 2008 è stato pubblicato nella collana

“VerdeNero” delle edizioni Ambiente il romanzo breve L’ultimo giorno felice (Premio “Tracce di Territorio”, Pavia), che narra la crisi esistenziale di un architetto cinquantenne coinvolto nella ecomafia delle discariche friulane.
Nel 2009 è uscito per Einaudi il romanzo, L’anno dei dodici inverni, avvincente storia d’amore e viaggi nel tempo (Premio dei Lettori Lucca-Roma 2009-2010, finalista al Premio Stresa).
Un buon posto per morire (Einaudi) è l’ultimo romanzo di Avoledo scritto a quattro mani con il musicista Davide DiLeo dei Subsonica.

WP Like Button Plugin by Free WordPress Templates